• Redazione di ATCP

Nuova richiesta di sospensiva inviata al CdA - Interviene anche il Comune

Gentili partecipanti,


il 13 gennaio 2022 ATCP aveva aderito ad una importante iniziativa volta a chiedere al CdA della Comunità la sospensiva della delibera del 22 dicembre 2021 (link). Avevamo chiesto semplicemente di sottoporre il tutto all’assemblea dei partecipanti vista la straordinaria importanza della decisione presa.


I giorni successivi abbiamo tutti quanti letto una importante lettera del presidente del CdA che, riparando alla mancanza di comunicazione sul tema, ci spiegava le sue ragioni. Tuttavia, è rimasta con ciò inevasa la nostra semplice richiesta.


Oltretutto, a seguito dell’acquisizione delle strade, è doveroso informare i partecipanti sul fatto che il Comune sia intervenuto direttamente sulla questione. Il Comune ricorda che:

  • "Relativamente all’affidamento del servizio di vigilanza ad una società qualificata, è opportuno significare che tale attività deve essere tassativamente limitata alle proprietà private. Non compete, infatti alla Comunità alcun onere afferente la sicurezza del territorio, intendendo per tale, quello ricadente nelle aree di proprietà comunale".

  • "nel caso di videosorveglianza privata l'angolo delle riprese deve essere limitato ai soli spazi di propria esclusiva pertinenza, per evitare di incorrere nel reato di interferenze illecite nella vita privata (art. 615-bis c.p.). Non è lecito riprendere le aree comuni, quali cortili, pianerottoli, scale ecc,.., o comunque aree di pubblico passaggio"


La strada che la Comunità vuole percorrere insomma appare viziata da impraticabilità o per lo meno meritevole di approfondimento.


Siamo stati contattati da decine di partecipanti ignari di quanto si stia decidendo, che condividono la semplice richiesta presentata. Parliamo di imprenditori, amministratori pubblici, architetti, magistrati, geometri, avvocati, amministratori di condominio, gruppi organizzati: insomma una vasta fetta del territorio.


Per tutte queste ragioni, siamo stati costretti a rimandare la richiesta inevasa al CdA, che trovate allegato a questo articolo, sicuri che questa volta comprenda l’importanza di non insistere oltre con questo braccio di ferro con il territorio e soprattutto con il Comune.








Nuova richiesta di sospensiva delibera del cda del 22 dicembre 2021
.pdf
Download PDF • 166KB







La redazione di ATCP