• Ferdinando Mulas

Assemblea dei Partecipanti del 7 agosto 2019. Raccolta delle deleghe


Ai soci ed ai simpatizzanti di A.T.C.P.

Come già vi è noto, l’Assemblea dei Partecipanti, indetta per il 7 agosto p.v. a Costa Paradiso, presso il ristorante “Da Comita”, è chiamata ad approvare il Bilancio Consuntivo Triennale, relativo alla Gestione Generale ed alla Gestione fognatura, per gli esercizi dal 1° maggio 2016 al 30 aprile 2019 (come previsto dal Regolamento), nonché i Bilanci Preventivi 1.5.2019-30.4.2020.

L’ordine del giorno prevede tre relazioni: la prima, introduttiva, del presidente del C.d.A.; la seconda, del presidente della Commissione Tecnico-Artistica; la terza del presidente del Collegio dei Rappresentanti, cui farà seguito una discussione generale sui bilanci.

Esaurita questa fase, l’attività dell’assemblea si incentrerà su un’analisi ed una discussione sugli attuali temi caldi della Comunità: il percorso verso la legalità del territorio di Costa Paradiso, intrapreso dal C.d.A., in relazione alle opere ed ai servizi urbanistici di C.P.; “la guerra” del Comune di Trinità contro la Comunità; le azioni legali intraprese dalla Comunità nei riguardi del Comune e delle iniziative di due imprenditori privati per la realizzazione del 1° stralcio del progetto di ampliamento della fognatura; l’istanza presentata da un gruppo di proprietari al C.d.A. di sottoporre all’assemblea la revoca della delibera assembleare del 28 maggio 2011 (che poneva a carico della Comunità le spese di realizzazione del suddetto progetto pari ad oltre 10 milioni di euro); il recentissimo permesso a costruire, rilasciato ai citati imprenditori il 9 luglio u.s.

Il 3 giugno 2019, con un articolo pubblicato sul sito web di A.T.C.P., il Consiglio Direttivo della associazione forniva un quadro sintetico, ma esaustivo, di queste vicende e della delicatezza del momento, sottolineando il fatto che, dopo decenni caratterizzati da uno stretto connubio di interessi fra Comunità e Comune (che ha prodotto non pochi guasti all’ambiente naturale ma anche nell’economia del territorio), si era, ormai, ad un fondamentale punto di svolta: superare un sistema di gestione, che non si giustifica più, essendo contra legem, come sostiene il C.d.A., oppure continuare sulla falsariga di sempre, così che le iniziative privatistiche favorite dal Comune, come risposta ai problemi di Costa Paradiso, abbiano via libera ed esecuzione.

L’articolo segnalava anche l’azione di contrasto al percorso avviato dal C.d.A.: da parte del Comune di Trinità, che ne aveva chiesto il commissariamento al tribunale di Tempio; da uno degli imprenditori, interessato a realizzare la fognatura, che, attraverso una formale diffida, minacciava di chiedere ai componenti del C.d.A. il risarcimento dei “danni passati, presenti e futuri”; da due blog, che conducevano una costante campagna di stampa diffamatoria nei confronti del C.d.A. come organo collegiale, ma anche nei confronti dei singoli componenti.

Questo a dimostrare quale sia la reale posta in gioco, oggi. Di qui la necessità che i Partecipanti della Comunità, a cominciare dagli associati e dai simpatizzanti di ATCP, partecipino in massa all’assemblea per assicurare il loro appoggio all’attuale C.d.A., a sostegno della linea intrapresa per la legittimità amministrativa di Costa Paradiso, per la tutela del territorio e per la difesa degli interessi di tutti rispetto a quelli di qualche singolo proprietario.

In questo scenario, ATCP chiede una riconferma della fiducia accordatagli in precedenza da molti Partecipanti con l’invio della delega, che, in questo caso, varrebbe anche come riconoscimento del lavoro fin qui svolto dai rappresentanti di A.T.C.P. in seno al C.d.A.. Chi si riconosce in questa valutazione è pregato di continuare a sostenere l’azione di ATCP col comune obiettivo di salvaguardare Costa Paradiso, inviando la propria delega per l’Assemblea dei Partecipanti del prossimo 7 agosto 2019, salvo che non decida di parteciparvi personalmente. La delega dovrà essere inviata al più presto, corredata della fotocopia o della scansione del proprio documento di riconoscimento, debitamente controfirmata, a: delega@atcp.it

Si ringrazia.

Il presidente di ATCP

Ferdinando Mulas

Costa Paradiso 15 luglio 2019