• Admin

Un commento di Stefano Angeli al dott. Angelo Bloise


Riceviamo, con preghiera di pubblicazione, il seguente commento che Stefano Angeli ha lasciato questa mattina sul Blog Secondo Zorro in risposta al dott. Angelo Bloise. Per una lettura chiara e completa, riportiamo anche il commento del dott. Angelo Bloise.

La Redazione di ATCP

 

Angelo Bloise il maggio 10, 2017 alle 8:40 pm scrive:(sul blog Secondo Zorro)

Ad onor di verità, confermo che il Dott. Mulas in persona e l’Ing. Angeli, con un colloquio avvenuto tramite il telefono del Dott. Mulas, nel corso dell’Assemblea del 18 marzo 2017 hanno offerto alla lista “Amicicostaparadiso” un posto in CdA ed uno in CdR a condizione che venisse ritirata la propria lista. Tale trattativa non è andata in porto per la ferma determinazione ed il convincimento di “Amicicostaparadiso” che solo la presenza di due rappresentanti dell’associazione nel CdA avrebbe garantito la possibilità di praticare quei punti del proprio programma che più radicalmente lo differenziano dagli altri. Se questo è il suk, allora cos’è la coerenza?

Lo scopo di “Amicicostaparadiso” non era e non è quello di avere un posto in CdA (col sovrappeso del CdR) ma quello di avviare un percorso di legittimità nell’amministrazione dei servizi pubblici nel Territorio Urbanizzato di Costa Paradiso, con la piena ed immediata assunzione degli stessi da parte dell’Amministrazione Comunale istituzionalmente competente, in modo da liberare la Comunità da quei lacci e lacciuoli che attualmente la impastoiano e che le impediscono di avere una visione più avanzata rispetto alla offerta di un habitat più vivibile e sereno.

Un osservatore terzo, non animato da astiosità, non può non riconoscere che la semente nel sacco di “Amicicostaparadiso” deve essere di buona qualità se il CdA, anche se a passi molto lenti e con alcune decisioni non condivise (quali l’anticipo di 100 € sul consumo dell’acqua), si avvia al trasferimento del SII (Servizio Idrico Integrato) al Comune di Trinità, ripristinando quel percorso di legittimità abbandonato dalla Comunità nel lontano 1° agosto 1995. Angelo Bloise

il commento di risposta di Stefano Angeli

Essendo stato tirato in ballo, intervengo soltanto per una precisazione su un aspetto che mi riguarda:

confermo di avere avuto una telefonata durante l’assemblea col dott. Angelo Bloise, che per altro conosco da una vita, e confermo quanto da lui dichiarato. Voglio aggiungere solo una precisazione: ero fermamente convinto e mi ero battuto per questo, che il CdA dovesse essere formato da massimo 7 persone (due per lista più un tecnico per la tesoreria), per questo motivo il posto offerto al dott. Bloise prima da Mulas e poi dal sottoscritto al telefono, era appunto il posto che successivamente è stato assegnato a me da ATCP come ha evidenziato Zorro nel suo articolo.

Il principio cardine attorno al quale si è formato un equilibrio tra le tre liste è stata la pari rappresentanza. In quest’ottica i due rappresentanti della lista ATCP-Amici di Costa Paradiso erano stati individuati nel dott. Mulas per ATCP e nel dott. Angelo Bloise per Amici di Costa Paradiso.

La trattativa è tramontata per i motivi esposti dal dott. Bloise, ossia la pretesa del gruppo di Amici di Costa Paradiso di arrivare ad un CdA di 9 persone per avere due rappresentati da loro indicati (Zorro e il dott. Bloise), oppure di rimanere a 7 ma sempre con due rappresentanti (Zorro e il dott. Bloise). Nel primo caso tutti hanno convenuto che 270 voti non potevano valere in termini di rappresentanza i 900-1000 circa espressi dalle altre 3 liste, mentre il secondo caso non è stato minimamente preso in considerazione trattandosi di una proposta irricevibile che avrebbe escluso dalla rappresentanza ATCP in modo del tutto unilaterale. Su queste condizioni non si è resa possibile alcuna alleanza e a nulla è servito il mio tentativo di mediazione finale per telefono.

Tengo altresì a sottolineare che sempre per telefono il dott. Bloise mi dichiarò piena condivisione programmatica, che doveva essere la base per iniziare una trattativa. In questo quadro quindi devo smentire quanto ora affermato dal dott. Bloise circa le iniziative che questo CdA sta facendo che sembrerebbero recepire “il seminato del gruppo Amici di Costa Paradiso”. Questo CdA sta mettendo in pratica il programma di accordo sottoscritto da Buffoni-Monterosso-Mulas sul quale il dott. Bloise manifestò piena condivisione.

Il resto è cronaca che possiamo leggere dal verbale di assemblea, e qui mi fermo non volendo minimamente entrare né in polemica sulle vicende di stretta attualità, ne discutere su questioni avvenute dopo l’assemblea per il quale questo CdA ha nominato un portavoce e al quale mi affido.

Un cordiale saluto

Stefano