• Ferdinando Mulas

Nota di ringraziamento


Gentili soci e simpatizzanti di ATCP,

quasi certamente vi sarà ormai noto che la lista sostenuta da ATCP, unitamente ad altri due raggruppamenti di proprietari, come il Comitato 26 Novembre ed il Gruppo sostenitore del dr. Buffoni, ha vinto le elezioni del 18 marzo 2017. Essa, infatti, ha avuto il maggior numero di voti, in termini di decimillesimi e di teste, rispetto alle altre due liste, che si sono presentate: quella dell’Unione Proprietari, sponsorizzata e partecipata con tre rappresentanti dal Comune di Trinità, e quella di Amici di Costa Paradiso, che, nell’assemblea del 26 novembre scorso, si era presentata insieme ad ATCP.

La composizione del nuovo C.d.A. risulta, perciò, costituita da due rappresentanti del Comitato 26 Novembre (Monterosso e Pedace), da due rappresentanti del Gruppo Buffoni (lo stesso dr. Buffoni e Ognissanti) e da due rappresentanti di ATCP (Mulas e Angeli), cui si aggiunge il nominativo della sig.ra Maria Luisa Ferrari, indipendente da qualsiasi appartenenza, esperta di bilanci e contabilità, designata alla carica di tesoriere. Come presidente e vicepresidente sono stati designati rispettivamente il dr. Buffoni e l’ing. Monterosso.

Gli elementi di novità che caratterizzano questa vittoria sono significativi e di grande rilevanza per Costa Paradiso: segnano una linea di discontinuità e di cambiamento rispetto al passato, ponendo fine al modello consociativo, in atto da un trentennio, fra Comunità e Comune, così che ognuno operi nella sfera di propria competenza; il Comune in quella pubblica prevista dalla legge, la Comunità in quella dell’autonomia privata. Il nuovo C.d.A., infatti, ha, tra i suoi obiettivi primari la legalizzazione dei servizi urbanistici del territorio, cedendone la gestione agli enti specificamente preposti per legge, a cominciare dal servizio idrico integrato, la corretta gestione delle risorse e la riduzione delle spese, l’abbattimento dell’alto livello di morosità attuale, la tutela e la valorizzazione del territorio. Un ulteriore elemento di novità è rappresentato dal fatto che una parte significativa di imprenditori ha fatto propri questi obiettivi appoggiando la candidatura del dr. Buffoni.

ATCP ha fatto la scelta di condividere il raggiungimento di questi obiettivi - da sempre suo specifico cavallo di battaglia - con altri gruppi sottoscrivendo con essi un programma d’azione comune. Resta incomprensibile la posizione assunta da “Amici Costa Paradiso”, isolatisi unilateralmente in anticipo definendosi “ultimo baluardo” a difesa di non si sa che, salvo poi la mossa dell’ultimo momento di dichiarare la loro disponibilità a votare la nostra lista col corrispettivo di due posti per loro in C.d.A., (né più né meno come fanno i bagarini che raddoppiano il prezzo per gli ultimi biglietti disponibili). Richiesta che, ovviamente, è stata respinta. La scelta di ATCP è stata premiata col consenso espresso da associati e simpatizzanti di vecchia data, ma anche da altri numerosi partecipanti, spesso sconosciuti. Consenso espresso in 951 decimillesimi e in 218 teste, su un totale di 2793 decimillesimi e 685 teste.

Ritengo perciò doveroso rivolgere a tutti coloro che ci hanno manifestato la loro fiducia un sentito ringraziamento, con l’impegno che le loro attese non saranno deluse.

Ferdinando Mulas