• Ferdinando Mulas

Assemblea 26 Novembre: programma e modalità di delega


Gentili partecipanti,

avrete sicuramente ricevuto le due lettere di convocazione della nuova assemblea del 25 e 26 novembre (Trinità D’Agultu, località Lu Colbu – c/o Agriturismo “Gallura da Pieruccio” Carta) per l’approvazione dei bilanci e il rinnovo delle cariche elettive della Comunità. L’invio della lettera è stato necessario in quanto la prima era senza firma, e quindi impugnabile. Perciò, i costi di spedizione delle raccomandate risultano raddoppiati, grazie alla efficienza del presidente del C.d.A., che aveva interrotto strumentalmente l’assemblea del 10 agosto scorso, “per gravissimi disordini”, in realtà sospesa per evitare la sconfitta del C.d.A. decaduto e delegittimare i nuovi organi di rappresentanza della Comunità, democraticamente votati ed eletti.

Sembra che il presidente del C.d.A. decaduto, incurante del discredito accumulato, voglia presentarsi al nuovo appuntamento con lo stesso obiettivo che si era posto nell’assemblea del 10 agosto: ripristinare il connubio della Comunità con il Comune di Trinità e gli imprenditori “per completare le opere di urbanizzazione ed in particolare la fognatura”, a spese dei soliti noti, i Partecipanti. Nello stesso schieramento, ed in perfetta linea col programma anzidetto, si collocherebbe anche la candidatura di una persona rispettabile, come l’ex prefetto Buffoni. La partecipazione del Comune al voto pone, ovviamente, una seria ipoteca sulla vittoria di questo schieramento, che attuerà il modello di gestione di sempre, senza alcun cambiamento in positivo per la Comunità. Anche il sistema di voto, previsto dall’art. 55 del Regolamento, è destinato a favorire tale schieramento. Infatti, difformemente da quanto avviene nelle associazioni, in cui le cariche vengono elette a maggioranza numerica, esso prevede una votazione a doppia maggioranza, numerica (una testa un voto) e per millesimi posseduti. Per contrastare i millesimi in dotazione al Comune di Trinità ed agli imprenditori edilizi, la strada per i piccoli proprietari è, pertanto, una e una sola:

presenziare massicciamente all’assemblea o inviare al più presto la propria delega e quella del maggior numero di conoscenti ed amici possibile, ad Atcp, all’indirizzo:

delega@atcp.it

utilizzando il modello inviato dalla Comunità, e solo quello, unitamente ad una fotocopia di un proprio documento di identità. In caso di proprietà cointestate è necessaria la delega di tutti i titolari. In ogni caso si raccomanda il rispetto delle modalità indicate nell’allegato alla lettera di convocazione.

Atcp conferma, per il 25-26 novembre, il programma d’azione, presentato all’assemblea del 10 agosto u.s., che risulta sempre pubblicato sul proprio sito web. Detto programma, che vede sempre l’accordo del blog “Secondozorro”, è comunque un programma aperto a chiunque voglia liberamente aderirvi. Trattasi di un programma di innovazione e di cambiamento, il quale, partendo dalle problematiche da risolvere, propone le relative soluzioni, secondo le aspettative, le istanze e gli interessi di tutti i proprietari, che i candidati al nuovo C.d.A. si impegnano a rendere concrete, in caso di elezione. La lista dei candidati sarà presentata in seguito e portata a conoscenza di tutti.

Grazie

IL PRESIDENTE DI ATCP

Ferdinando Mulas